TEXT_SIZE

Il motore

La sostituzione del motore Il motore, un GM del 1979, c’è e ci dicono che funziona.
La barca è stata trasferita a motore da Porto Lotti (La Spezia), dove era abbandonata da nove anni, fino qui al cantiere di Fiumaretta. Noi non l’abbiamo mai vista in acqua e non abbiamo mai sentito il motore in moto.
Certo, può funzionare ancora ma…per quanto tempo? E noi dove ci troveremo quando non vorrà più ripartire o chissà con quale parte delle centinaia che lo compongono deciderà di andare in pensione dopo trent’anni di onorato servizio? Non lo sappiamo, ma certamente in un luogo sperduto, senza meccanici né collegamenti di sorta!

Lo spirito d’avventura di Giorgio si scontra con queste incertezze “troppo” incerte e che implicano anche l’affidarsi al prossimo. Meglio il motore nuovo adesso che un grosso grattacapo dopo, ad esempio: trovarci in grave pericolo in momenti in cui il motore è indispensabile, come entrare in un porto o superare la passe di un atollo con la tempesta che bussa in poppa, ecc. E così si allentano i bulloni del coperchio in pozzetto, si alza il pavimento, si ritaglia il soffitto del telone appena quanto basta a far passare il vecchio e pesante motore e calare al suo posto uno splendente FPT (Fiat Power Technology) IVECO, 100 Cv, 4 cilindri, di 4700 cc.

Nel frattempo Giorgio ha ripulito la sala macchine e rivestito tutto con uno speciale pannello insonorizzante.
Tagliata una nuova lastra di alluminio, maschiati i fori, stretti i bulloni e verniciato il pavimento di bianco, ci è sembrato di essere già a buon punto. Il pavimento del pozzetto è stato rinnovato e sigillato per sempre, almeno per quanto ci riguarda!
Il motore ha riposato per i mesi invernali nel suo nido in attesa che i meccanici venissero a realizzare la linea di scarico. Fabio, il meccanico, ci ha lavorato sodo, ricreandola completamente. Sifoni molto alti, tubi e saldature inox che non sono la sua passione, fino al giorno in cui è tutto a punto.
Olio, liquido di raffreddamento e Giorgio in pozzetto a girare la chiave per accendere il motore. Un rombo potente ma.... fumata nera: la linea di scarico non va bene. C’è troppa contropressione, i giri scendono e lo sforzo, a lungo andare, farebbe certamente bruciare le valvole.

Delusione e amaro in bocca. Il costruttore della barca che abbiamo consultato di persona a Biot, ci aveva detto che la linea di scarico poteva essere fatta in un solo modo, il suo originale. Purtroppo era stata smontata in precedenza senza che nessuno l’avesse vista. E’ anche vero che i meccanici della Naval Motor Botti non si occupano abitualmente della linea di scarico che viene affidata al carpentiere specializzato. In ogni caso la situazione è questa. Bisogna rifare tutto! Avevamo creduto, ancora una volta, di andare in acqua nell’agosto del 2009, ma questo fatto ha contribuito a far slittare ulteriormente la data fatidica. La sostituzione del motore

Dopo le vacanze i meccanici sono tornati e hanno rifatto tutto, ma stavolta, le saldature, le ha fatte il Coyote. Ha poi chiamato subito Tonino, specialista in coibentazioni, per isolare dal calore la linea di scarico che può raggiungere i 500 gradi. Non sarà una cosa indolore, ma il Coyote ci assicura: s'ha da fare, è questione di sicurezza! 500 gradi sono tanti e, oltre al pericolo di gravi ustioni, si surriscalderebbe enormemente tutta la sala dove sono installate tante altre macchine e strumenti che certo ne soffrirebbero.
Tonino porta il materiale necessario: lana di ceramica, nastro autocollante in alluminio, tessuto in fibra di ceramica cucita a mo' di trapunta. Un lavoro molto professionale e i tubi vengono ricoperti con tutti i diversi strati. Ora sono argentei… una meraviglia. Ci porta anche una fine lamiera forata di alluminio color bianco da fissare sopra i pannelli insonorizzanti alle pareti. Sarà una sala macchine spaziale!
Seconda accensione del motore e… tutto fila liscio, finalmente! Il prossimo appuntamento con Fabio sarà fissato quando la barca sarà in acqua per il collaudo vero e proprio e l’inizio della garanzia di buon funzionamento.

Galleria fotografica

La sostituzione del motore La sostituzione del motore La sostituzione del motore La sostituzione del motore La sostituzione del motore La sostituzione del motore La sostituzione del motore La sostituzione del motore La sostituzione del motore La sostituzione del motore La sostituzione del motore La sostituzione del motore La sostituzione del motore La sostituzione del motore La sostituzione del motore La sostituzione del motore La sostituzione del motore La sostituzione del motore

Video

Sollevamento vecchio motore Sollevamento vecchio motore Sollevamento vecchio motore
Banner
Banner

Viaggio di Idefix

Sondaggio

Sei mai stato in barca a vela?